Un prezzo da pagare

Omaggio a chi ha pagato un prezzo alto

di Denata Ndreca

Le spara tre volte colpendola all'addome, al volto e alla scapola. Le prende le chiavi dell'appartamento e raggiunge la casa dove dormono le figlie, Martina e Alessia. Le uccide nel sonno.
La più piccola nel lettone, raggiunta da un colpo alla schiena, la più grande nel suo letto, con un colpo all'addome.
Luigi Capasco di 43 anni, è un carabiniere in servizio. La moglie Antonietta Gargiulo non lo vuole vedere più, ha paura. Ha presentato un esposto contro il marito ed è in attesa della prima udienza per la separazione giudiziale. Una separazione tra schiaffi e aggressioni da parte di lui.
Il 28 febbraio del 2018, in via Collina dei pini, a Cisterna - Latina, si consuma un dramma familiare.

È a lei che è dedicata la poesia
"Un prezzo da pagare"
Era per lei la lettura al Senato della Repubblica Italiana nel giorno dell'Infinito - un Infinito spezzato...

Latina 28 febbraio 2018

Un prezzo da pagare

Abbiamo fatto tanta strada.
A volte stanche, a volte felici.
Ci siamo fermate in un angolo della terra
e abbiamo messo le nostre radici.

Abbiamo pianto sotto i sorrisi
in nome di un figlio e di un amore,
ci siamo chiuse nelle nostre paure,
ferme, davanti a un grigio portone.

Abbiamo sperato di dimenticare
tenendo dentro tutto il male,
abbiamo continuato a trascinare

sapendo

che non c'era più niente da salvare.

Abbiamo sognato altri mondi
per sfuggire un attimo dalla realtà.
Abbiamo masticato umiliazioni e graffi,
solo per aver detto la verità.

Abbiamo stretto forte i denti
quando pane per noi non c'era più.
Siamo morte sotto i lenzuoli
quando le mani di "quel uomo",
non volevamo sentire più.

Abbiamo coperto bene gli zigomi
viola,
neri
e le labbra spaccate.
Come pezzi di mosaici

da sole,

ci siamo incollate.

E quando un giorno
volevamo tornare ad amare,
fu troppo alto il prezzo da pagare.

 
Tratto da "Tempo negato" Scribo Edizioni

27 Condivisioni

Lascia un commento