Sette poesie di Vernalda Di Tanna

Settembre è una malinconia
radicata nel volto. Non c’è porto
né pace sul golfo. Un’ora tardiva
che smonta le altre e cammina.

Non valgono il tuo ciabattare
la mattina, cento poesie
stanche di recitare il caffè.

Il televisore è una scatola
vuota che tace: il telegiornale
racconta le favole. Due più due.
Nessuno più riesce a contare.

In quest’alito di legna
gela un angolo di terra:
riposato il corpo ti scava
selvaggio una cesta, diventa
comunione che offende
le radici, un peso carnale
se anche le rose sono amare.

Croce e delizia

Disumano inganno un canto
semina nostalgia. È croce
l'insegna di ansiose
delizie che recano affisse
sulle vetrate le chiese
di campagna. Insistono
rossori tra i nodi:
spine, fiori tra i rovi.

Mi stride livido viziato
il desiderio: mi divoro
un ordine quasi umano,
corpo adolescente, fiorito
come un marmo che ad arco
buca lo specchio e sboccia altro.

Un asciugamano di promesse
a lenire il sudore dell'abbraccio,
quest'amore nato morto, sepolto
grida ascolto, scosso dalla tregua:
trema la lingua: sale fra le ciglia.

Nelle chiuse case un silenzio giace –
dove ho lasciato anni ad annaspare
e la felpa ad asciugare, chiamano
sbagli le cose che abbiamo
amato. Beve ultimo un respiro
sciabordio di fumo e nuvole –
risorge un male da tutto questo miele.

Nota bio-bibliografica:

Vernalda Di Tanna (Vasto, 1997) è studentessa di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi G. d’Annunzio di Chieti. Nel 2017 è tra i vincitori del contest “Scrivi come sei. Poetry Life Together” indetto da Terranova. Ha collaborato con Alessandro Quasimodo al progetto promosso dalla «Rivista Orizzonti», Alessandro Quasimodo legge I Poeti Italiani Contemporanei. Vol. 1 (Aletti Editore, 2018). Dal 2019 è nella Redazione di Laboratori Poesia (www.laboratoripoesia.it). Alcuni dei suoi testi sono apparsi su «Poetarum Silva», «clanDestino», «Inverso - Giornale di poesia», «Poesia Ultracontemporanea», «Limes Lettere», «L’Altrove - Appunti di poesia». È presente, con un paio di testi, sia nell’antologia «Il Federiciano - blu» (Aletti Editore, 2018, introduzione a cura di Mariella Nava e Alessandro Quasimodo) sia nell’antologia «Tra un fiore colto e l’altro donato, vol.15, parte II» (Aletti Editore, 2019, introduzione a cura di Giuseppe Aletti e Francesco Gazzè). Alcuni dei suoi inediti sono di prossima pubblicazione per il numero autunnale della Rivista internazionale di poesia italiana «GRADIVA» (n°56, Fall 2019, Leo S. Olschki Editore).

Lascia un commento