Poesie di Eleonora Chiara Giusti

Le poesie di Eleonora C. Giusti hanno la forza dell'agguato, dell'inatteso. In uno stile che a tratti si inarca in pose estreme che sono al tempo stesso suppliche di senso e in scarti improvvisi, la sua voce cerca il controtempo, quel miracolo entro cui si sveli il senso del mondo e del frammento. Una poesia dignitosa e assetata. Senza scrupoli, come dev'essere.

Davide Rondoni

L'uomo bifronte

L'uomo sul dorso dei rettili
intossica e macula.
resta vivo solo tremante.
– inaccolto è lo sguardo al passato
che introduca mutamento –
ma suo è un tipo di fiamma.
che non si vendica se non per assenza.
e divorando rami.
porta nell’ombra gentile
speranza.

Cose

Oh Amore che mi sceglie
sei solo un uomo,
soltanto un uomo che più non lo speravo.
Rimettimi il cappello,
tienimi il broncio,
scioglimi la lingua
mentre il colore smonta dal cielo
per farsi cosa.
bianco sul Garofano.
blu sul Portasigari,
rosso sulle Scarpe;
e a Questo è Vero – rispondo sì.
Come ventri di rondine specchiati dall’acque
Tu muovi la luce e io desidero.

Autoritratto

Osservare i tratti
seguirli oscillare e involvere
e d’un sorriso schiudere
ombra-luce
la tonalità compiuta,
finalmente.
Fin come un cigno forse
evaso
Zolfo e Zàfiro;
parlano nativi
masticando l’addome del cielo
donna-uomo-animale
sciolti nel contorno misto.

Mai

Quando gli uccelli variopinti
balbettano nel fuoco dell'aria...
No!
Ti sono alle spalle,
bevimi turchese nel tuo bel bicchiere, acqua nell'acqua,
senza vedermi.

Eleonora Giusti, in arte Eleonora Chiara Giusti, è nata a Modena nell'89, vissuta a Vicenza fino agli anni del Liceo Classico e in seguito a Bologna. Viene da studi di filosofia, in particolare fenomenologia e scrive poesie fin da bambina. Nel 2018 partecipa ai primi concorsi, vince il Premio Murazzi di Torino sezione poesia inedita e menzioni di merito da cui ottiene pubblicazioni sparse. Nel 2019 a Vicenza vince un Poetry Slam e tenta un progetto collettivo che verte a una maggiore diffusione poetica. Nel 2020 collabora alla mostra di Federica Dal Lago con una poesia composta su ispirazione dei suoi dipinti e partecipa al Premio Quasimodo da cui risulta poeta selezionato per l'Antologia di poeti 2020. Prossima alla pubblicazione la prima silloge, “Endotatos".

0 Condivisioni

Lascia un commento