Per non cedere ai luoghi comuni. Il lirismo di Buk

Tre poesie di Charles Bukowski

Nota e traduzione di Melania Panico

 

Se è vero che l’opera di Bukowski è espressione di un’America del disincanto, molto legata all’immediatezza e all’umanità guardata con partecipazione mista a sarcasmo, la poesia di questo grande autore contemporaneo non è certamente frutto dell’impulso o dell’improvvisazione. Quello che ho tentato di fare – d’altra parte Bukowski è stato ampiamente e degnamente tradotto finora (la mia edizione di riferimento è “L’amore è un cane che viene dall’inferno”, Guanda, 2007, traduzione di Katia Bagnoli) -, è stato andare oltre il senso stretto delle parole, oltre un certo pragmatismo fine a se stesso, per consegnare la poesia a un lirismo che dal mio punto di vista è pregnante come anche la musicalità che probabilmente solo la lingua italiana può rendere in un certo modo. Per questo – e la traduzione implica sempre una “partecipazione” del traduttore – ho cercato di pensare alla Bukowski, entrare nel testo come se fosse mio, tante volte usando delle perifrasi o parole-immagine.

 

Trapped

in the winter on my

ceiling my eyes the size of street-

lamps. I have 4 feet like a mouse but

wash my own underwear-bearded and

hungover and a hard-on and no lawyer. I

have a face like a washrag. I sing

love songs and carry steel.

I would rather die than cry. I can’t

stand hounds can’t live without them.

I hang my head against the white

refrigerator and want to scream like

the last weeping of life forever but

I am bigger then the mountains.

 

Intrappolato

in inverno passeggiano sul

soffitto i miei occhi-lampione.

Ho 4 zampe come un topo ma

lavo le mutande ho nella barba

i postumi di una sbornia passione dura e niente

avvocati. Ho la faccia come uno straccio. Canto

canzoni d’amore e porto un ferro.

 

Morirei anziché piangere. Non

reggo le invasate e non posso farne a meno.

Appoggio la testa contro il frigo

voglio urlare bianco

estremo lamento della vita – per sempre- ma

sono più grande delle montagne.

 

 

A killer

 

Consistency is terrific:

shark-mounth

grubby interior with an

almost perfect body,

long blazing hair –

it confuses me

and others

 

she runs from man to man

offering endearments

 

she speks of love

 

then breaks each man

to her will

 

shark-mouthed

grubby interior

 

we see it too late:

after the cock gets swallowed

the heart follows

 

her long blazing hair

her almost perfect body

walks down the street

as the same sun

falls upon flowers.

 

 

Un killer

 

È tremenda la coerenza

bocca-squalo

sporca dentro un

corpo quasi perfetto

capelli lunghi e splendenti

confonde me gli altri

 

corre da qui a lì

offrendo comprensione

 

sa parlare d’amore

poi piega a sé ogni uomo

 

bocca-squalo

sporca dentro

 

lo capiamo tardi:

dopo il corpo

è la volta del cuore

 

capelli splendenti

un corpo quasi perfetto

cammina per strada

ma a cadere sui fiori

è sempre lo stesso sole.

 

 

Alone with everybody

 

the flesh covers the bone
and they put a mind
in there and
sometimes a soul,
and the women break
vases against the walls
and the men drink too
much
and nobody finds the
one
but they keep
looking
crawling in and out
of beds.
flesh covers
the bone and the
flesh searches
for more than
flesh.

there’s no chance
at all:
we are all trapped
by a singular
fate.

nobody ever finds
the one.

the city dumps fill
the junkyards fill
the madhouses fill
the hospitals fill
the graveyards fill

nothing else
fills.

 

 

Solo con tutti

 

Ossa coperte da carne

e una mente dentro e

a volte un’anima,

e le donne spaccano

vasi contro le pareti

e gli uomini bevono

– anche troppo –

e nessuno trova quello

giusto

ma continuano

a cercare

dentro e fuori dai letti.

carne copre

le ossa e

carne cerca

molto più della

carne.

 

Infine

non c’è possibilità:

siamo tutti intrappolati

in un destino singolare.

 

nessuno che trovi

quello giusto.

 

le discariche piene

i rigattieri pieni

i manicomi pieni

gli ospedali pieni

i cimiteri pieni

 

e nient’altro

si riempie.

Lascia un commento